CREDITO D’IMPOSTA RICERCA E SVILUPPO: I CONTROLLI DEL FISCO

CREDITO D’IMPOSTA RICERCA E SVILUPPO: I CONTROLLI DEL FISCO

21/02/2020

Il credito d’imposta in Ricerca e Sviluppo nasce per stimolare la spesa privata al fine di innovare processi e prodotti per garantire la competitività futura dell’azienda come previsto dal D.L. 23 dicembre 2013 n. 145, art. 3.

Come tutti i crediti d’imposta, però, l’utilizzo è soggetto a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate che, al fine di impedire un utilizzo improprio dell’agevolazione finanziaria, ha attivato una serie di verifiche sulle aziende richiedendo la produzione dei documenti relativi alla realizzazione dei progetti di R&S, come previsto dal Decreto Ministeriale del 27 maggio 2015 art. 7, comma 5.

A tal proposito, Contango Srl ha predisposto un servizio di assistenza tecnico-legale di supporto alle aziende e professionisti che ricevono la visita dell’Amministrazione finanziaria, con lo scopo di affiancare il Cliente offrendo:

- una valutazione della gestione progettuale dell’attività di ricerca e sviluppo con conseguente rilascio di una certificazione scientifica da parte del Consorzio Universitario COSEF, nel rispetto dei parametri indicati nel Manuale di Frascati;

- l’assistenza legale nella fase di interlocuzione con l’Amministrazione finanziaria ed eventuale gestione del contenzioso.

Per approfondire il servizio offerto e valutare possibili collaborazioni dei professionisti con Contango S.r.l., si invita a prendere visione del materiale in allegato.

Copyright © 2014 - Contango Finance - P.Iva: 04225540279 - Credits

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI