TASSO FLOOR NEI MUTUI IN ALTO ADIGE: ISTRUTTORIA ANTITRUST ESTESA AD ALTRE 13 BANCHE

TASSO FLOOR NEI MUTUI IN ALTO ADIGE: ISTRUTTORIA ANTITRUST ESTESA AD ALTRE 13 BANCHE

12/02/2015

Con Provvedimento n. 25272 pubblicato nel Bollettino n. 2 del 2 febbraio 2015, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha esteso il procedimento istruttorio, originariamente avviato il 7 maggio 2014 (Provvedimento n. 24897) nei confronti di banche operanti nelle province di Bolzano e Trento, e volto ad accertare la presenza di una possibile intesa restrittiva della concorrenza nella determinazione dei tassi applicabili ai mutui immobiliari.

L'istruttoria, avviata anche alla luce di una segnalazione dell'associazione di consumatori Centro Tutela Consumatori Utenti Alto Adige, è volta a valutare l'inserimento, nei contratti di mutuo ipotecario a tasso variabile offerti dalle banche, di una medesima clausola relativa alla presenza di un c.d. tasso floor che rappresenta una soglia minima al di sotto della quale il tasso di interesse applicato al finanziamento non può scendere. Tale valore, stante il corrente andamento dei tassi di interesse, non troverebbe giustificazione nelle normali dinamiche competitive, e risulterebbe particolarmente oneroso per la clientela.

(Diritto Bancario, www.dirittobancario.it, 3 febbraio 2015)

Copyright © 2014 - Contango Finance - P.Iva: 04225540279 - Credits

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI