L’ARBITRO DELLA CONSOB PARTIRA' SENZA CONSULENTI

L’ARBITRO DELLA CONSOB PARTIRA' SENZA CONSULENTI

02/05/2016

Fino all’entrata in vigore dell’Albo i «promotori» non tenuti ad aderire al sistema di risoluzione in fase costituzione.

Si chiamerà Arbitro per le Controversie finanziarie (la cui sigla sarà Acf) e per un primo periodo di applicazione non dovrebbe essere obbligatorio aderirvi per i consulenti finanziari, e inoltre tra i soggetti tenuti ad aderirvi non dovrebbero esserci gli intermediari esteri che operano in Italia in libera prestazione di servizi. Inoltre si profila un periodo di due anni - anch’esso transitorio - in cui dovrebbe essere possibile presentare il ricorso anche in via cartacea.

Inoltre per l’Acf, come per l’Arbitro bancario, l’intermediario potrà essere chiamato a rispondere del proprio operato già per il comportamento «nella prestazione dei propri servizi e attività nei confronti degli investitori “non professionali”, e quindi sin dal momento stesso in cui entri in “contatto” con tali investitori». Per la Consob è infatti, è proprio questo primo contatto qualificato far scattare «gli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza previsti dalla legge e, dunque, a costituire fonte di obbligazione».

Sono queste alcune delle novità alle quali stanno lavorando gli uffici della Consob, in vista dell’approvazione definitiva da parte della Commissione del regolamento del nuovo Arbitro.

Per quanto riguarda le banche e gli intermediari esteri operanti in Italia, non saranno tenuti all’adesione all’Acf (che proprio nell’obbligo di adesioni degli intermediari vedrà il suo punto di forza) perché è in fase di preparazione una piattaforma europea di risoluzione online delle controversie (Odr) anche transfrontaliere, prevista dal Regolamento (UE) n. 524/2013, ma che attua anche le procedure Adr (cioè di risoluzione delle controversie alternativa al ricorso al giudice) contenute nella Mifid (I e II). Occorrerà però capire i tempi necessari perché questa piattaforma sia disponibile, anche per evitare che i risparmiatori italiani perdano, per un periodo lungo, una possibilità di difesa delle proprie ragioni in materia di investimenti. In ogni caso si tratta solo degli intermediari esteri operanti in regime di libera prestazione di servizi, mentre i soggetti esteri con succursali in Italia saranno soggette all’obbligo di adesione all’Acf, essendo soggetti abilitati a norma del Tuf.

Si profila inoltre un periodo transitorio che veda non (necessariamente) coinvolti i consulenti finanziari. L’obbligo scatterà infatti per i consulenti finanziari autonomi e per le società di consulenza solo una volta divenuto operante il relativo albo. La durata di questo periodo transitorio dipenderà dunque da quanto tempo ancora ci vorrà per l’entrata in funzione del nuovo Arbitro in fase di varo dalla Consob da un lato e, dall’altro, da quanto ci vorrà per la costituzione del nuovo albo.

Infine la presentazione del ricorso. Il documento di consultazione proposto qualche mese fa dalla Consob prospettava una possibilità di presentazione esclusivamente online. Una soluzione che non viene ora ritrattata, ma temperata per un biennio. Anche se però l’eccezione non riguarderà tutti gli investitori, ma solo coloro che si rivolgeranno all’Acf, senza avvalersi di procuratori o associazioni dei consumatori. Questi investitori potranno ancora utilizzare il ricorso e la documentazione da allegare attraverso gli ordinari strumenti postali. Attenzione però, perché anche costoro dovranno utilizzare i moduli appositamente predisposti dall’Arbitro.

Quanto ai tempi al momento non c’è ancora una assoluta certezza, anche dall’Authority più volte si è spiegato che entro il 2016 l’Acf (che nel documento di consultazione era indicato ancora con il nome di “organismo”) dovrebbe vedere la luce.


(Il Sole 24 ore, Plus 24, sabato 30 aprile 2016)

Copyright © 2014 - Contango Finance - P.Iva: 04225540279 - Credits

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI