MUTUI, IL 55% IGNORA I SUOI DIRITTI

MUTUI, IL 55% IGNORA I SUOI DIRITTI

03/08/2015

L'estinzione anticipata e gratuita dei mutui è ancora una sconosciuta in Italia. E' quanto emerge del sondaggio commissionato da Plus24-Sole24Ore a Ipr marketing. Alla domanda sulla chiusura totale o parziale di un mutuo il 24% ha risposto che "Si, si può estinguere in anticipo un mutuo pagando delle penali e degli oneri aggiuntivi", mentre il 31% non è addirittura a conoscenza di tale opportunità.
A distanza di otto anni dai decreti Bersani che hanno liberalizzato il settore dei mutui, una grossa fetta di italiani naviga ancora a vista nel mondo dei finanziamenti per l'acquisto o la ristrutturazione della casa. Non soltanto vengono ignorati importanti diritti e libertà economiche, ma si è anche totalmente all'oscuro che una direttiva europea come la Mcd (mortgage credit directive), reintrodurrà le penali e gli indennizzi per le banche qualora si decida di estinguere o surrogare il mutuo portandolo da un istituto all'altro. Infatti, il 96% degli intervistati da Ipr marketing non è a conoscenza della direttiva europea che, già recepita in Italia, diventerà operativa nel marzo prossimo.

Chi compra casa e chi no
Fidarsi dell'interlocutore va bene fino a un certo punto. Quindi prima di andare in banca per accendere un mutuo è cruciale raccogliere non solo differenti offerte di finanziamenti ma anche le informazioni sui propri diritti di cliente. È opportuno insistere su questo punto perché la casa resta uno degli investimenti principali degli italiani. Il 79% degli intervistati dichiara di possedere un'abitazione: la più alta percentuale di proprietari è nel Centro Italia (97%) contro il 78% del Nord e il 69% del Sud. La metà dei partecipanti al sondaggio (49%) ha poi risposto che ha fatto un mutuo per acquistare casa. Al momento, invece, soltanto una minoranza di italiani sta pensando di comprare o ristrutturare: il 79% ha detto di no mentre appena il 21% ha risposto positivamente a questa domanda ed è sempre il Centro Italia a guidare la pattuglia dei futuri proprietari (34%). Di quelli che si accingono a diventare possessori di un appartamento, il 64% ha dichiarato di essere pronto a fare un mutuo; il 24% invece non effettuerà finanziamenti, mentre il 12% è «senza opinione».


Ostacoli bancari
Estinzione gratuita mutui fuori dai radar di molti consumatori italiani. Stesso destino per la surroga ovvero la possibilità di trasferire gratuitamente il mutuo da una banca all'altra: soltanto il 26% degli intervistati risponde in modo corretto sul significato di tale termine. Dopo la spiegazione, il 92% si dichiara a conoscenza della surroga gratuita e senza oneri aggiunti: potenza dei sondaggi.
Sono però le risposte sui possibili ostacoli posti dalle banche a lasciare perplessi. Al titolare di mutuo, è stato chiesto se aveva mai effettuato l'estinzione anticipata: l'84% ha dichiarato di no; fra quelli (16%) che hanno dato risposta affermativa, il 9% spiega di averla chiesta e di non averla ottenuta. Per indagare su tali ostacoli, è stata posta allora una domanda più esplicita: «La banca ha cercato di ostacolare la richiesta di estinzione anticipata?». Ebbene a fronte di un 65% che ha risposto di no, c'è un 35% che invece ha dichiarato di aver avuto qualche problema, con una maggiore incidenza rilevata nel Sud Italia (38%).

Problemi di surroga
Non poteva mancare infine un focus sulla surroga. Che tra l'altro è diventata anche il tema centrale di una campagna informativa lanciata da Plus24 fra i propri lettori: il mercato della surroga, come emerso dai dati forniti da Mutuionline.it due settimane fa, copre il 60% di erogato nei primi sei mesi del 2015. Tanta gente sta sfruttando la possibilità concessa dai decreti Bersani, di trasferire il finanziamento da una banca all'altra spostando gratis l'ipoteca annessa. Ebbene chi ha visto ostacolare questa richiesta prevista dalla legge, può scrivere a plus@ilsole24ore.com (vedi anche a fianco), segnalando pure problemi sulle estinzioni anticipate.
Tornando al sondaggio Ipr marketing, ai titolari di mutuo che hanno chiesto la surroga, è stato domandato se la loro richiesta fosse stata ostacolata dalla banca. In questo caso le percentuali sono leggermente diverse rispetto all'estinzione anticipata: il 43% ha dichiarato di essere stato ostacolato contro il 57% che ha risposto di non aver trovato intoppi.

(Il Sole 24 ore - Plus 24, sabato 1 agosto 2015)

Copyright © 2014 - Contango Finance - P.Iva: 04225540279 - Credits

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

CHIUDI